Essere di destra o di sinistra sono varianti per un imbecille di riconoscersi tale – Ortega y Gasset

di Vincenzo Di Maio

Oggi un vero visionario primordiale rigetta ogni ideologismo del passato novecento per rifarsi ad una dicotomia tesa a distinguere profondamente tra forze del sistema politico mondiale dominante, ossia il nuovo ordine mondiale, e le forze di un sistema politico magistrale, ovvero l’antico ordine mondiale aggiornato dalle capacità conoscitive contemporanee, in cui l’imperium populi è la concezione chiave per una politica rivoluzionaria che permette ad ognuno dei cinque cardini continentali, qual è ad esempio l’Europa dei popoli rispetto al continente di Eurasia, di erigersi attraverso l’autodeterminazione dei popoli come nazioni socializzanti inserite in un quadro superiore di unificazione del magisterio posto al cardine di ogni continente che si incastona in un sacro ordine imperiale tradizionale e ultracontinentale planetario che si erige come soppalcature successive tra i magisteri cardinali e il proprio continente, un collegio pentagonale che nomina un rappresentante del continente alla corte imperiale planetaria che risiederà non all’Onu di New York ma bensì alla capitale Augustea di Antartide.

Quindi ciò presume in primis una prima fase di rivoluzione interculturale dei popoli nei 5 cardini magistrali dei singoli continenti, la formazione di un magisterio politico imperiale che segue un modello unificante delle nazioni socializzanti sotto l’egida guida di un Magister Politicus, la strutturazione di un collegio magistrale e continentale che nomina un proprio rappresentante continentale che darà vita ad una corte imperiale mondiale, la quale edificherà la prima capitale planetaria nel continente di Antartide che sarà chiamata Capitale Augustea.

Perciò vi sono 5 fasi costitutive: la fase rivoluzionaria, la fase magistrale, la fase continentale, la fase imperiale e la fase cortigiana della manifestazione del governo imperiale universale presieduto dall’imperatore planetario rappresentato dalla epifania del cosiddetto Avatar di sintesi atteso da tutte le sacre religioni tradizionali rivelate autentiche. 

Per fare tutto questo la fase rivoluzionaria Interculturale planetaria richiede la composizione di un governo parallelo che si autoproclami esplicitamente ricercando appoggi dai vari livelli amministrativi delle nazioni inclusi i governi vigenti alleati, pontificando così una rete tridimensionale che piegherà costantemente tutti i potentati pedosatanisti globali attraverso l’istituzione di una nuova Norimberga Mondiale.

Essere Visionari Primordiali

Pubblicato da vincenzodimaio

Estremorientalista ermeneutico. Epistemologo Confuciano. Dottore in Scienze Diplomatiche e Internazionali. Consulente allo sviluppo locale. Sociologo onirico. Geometra dei sogni. Grafico assiale. Pittore musicale. Aspirante giornalista. Acrobata squilibrato. Sentierista del vuoto. Ascoltantista silenziatore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: