LA PERCEZIONE DELLA REALTA’ MANIPOLATA DAI MEDIA

di Ottaviano De Cicco

La percezione della realtà è un processo endogeno ma esomorfo. Siamo continuamente bersagliati da input che vertono a manipolare totalmente quello che noi consideriamo vero e reale, ogni santo giorno.

Di conseguenza, uno dei difetti tipici di questa nostra esperienza, è la totale incapacità di assumere punti di vista immediati e realmente equanimi. Vedo ovunque bandire ucraine, inni alla resistenza, e l’identificazione univoca del cattivo di turno, la minaccia su cui riversare tutto il nostro odio e le nostre frustrazioni da popolo di falliti. Oggi, come negli anni della guerra fredda, torna la paura dei russi; certamente la situazione internazionale è delicata e gli atti intrapresi da Putin sono da condannare, senza ripensamenti o mitigazioni.

Tuttavia, facciamo una grande torto alla storia e alla realtà, se non consideriamo le radici, le cause che hanno portato agli eventi odierni. Ci lamentiamo dei modi russi, come strascichi di un passato nefasto che vuole tornare, ma opponiamo a questo male un male forse peggiore, la NATO. La #NATO nasce nel 1949, come opposizione verso un blocco sovietico, che preoccupava pesantemente gli alleati, alla fine della Seconda guerra mondiale. Nel corso della storia, l’URSS finisce di esistere, il mondo cambia, gli equilibri si spostano e ci sono nuovi attori, più a oriente, che entrano nello scacchiere mondiale. Ma la NATO, leggiamola pure come il dominio anglosassone sull’Europa, continua ad esistere, cambia sedi, organizzazione, ma resta nella storia. Resta per disturbare le normali funzioni degli organi riproduttivi degli europei, colpevoli di passiva accettazione, non sicuramente per garantire alcuna pace. Del resto, la lista delle guerre portate avanti dalla NATO negli ultimi decenni è pubblica, ed è un oltraggio alla civiltà.

Abbiamo provato a unire l’Europa, quindi la NATO non ha più senso di esistere, perché’ non esiste più l’URSS, ci sono certamente Cina, India, tanto per citare i due maggiori antagonisti al potere coloniale yankee-britannico, con propri interessi, forze e strategie. L’Europa deve dotarsi di una forza militare sua, propria, indipendente e non schiava di USA e UK, che è anche candidamente uscita dall’Europa stessa. Se non ci fosse stata la NATO ad occupare progressivamente spazi intorno alla Russia negli ultimi dieci anni, oggi non saremmo al punto critico in cui ci troviamo. La responsabilità è la nostra, è dell’Europa, e se patiremo i danni peggiori di questa crisi, ci sarà poco da lamentarsi.

Continuiamo pure a piegare la schiena a un rinnovato piano Marshall 2.0, a soddisfare gli interessi delle lobby anglofone, due anni di covid non sono bastati a capire, adesso serviranno forse anni di conflitto, dove non arricchiremo le multinazionali farmaceutiche, ma quelle del petrolio e delle armi. Fate pure, riempitevi di bandiere ucraine, ci scalderete i vostri figli infreddoliti, e gliele darete da mangiare quando il prezzo del pane arriverà a 10 euro al kg.

La NATO deve scomparire, retaggio di un mondo che non c’è più, e l’USA accettare un ruolo ridimensionato, l’alternativa a questa consapevolezza sarà un conflitto, di cui non so il vincitore, ma conosco bene il perdente, noi europei. Facile fare il profeta in questi frangenti, la Russia prenderà quello che ritiene corretto per ridimensionare il pericolo NATO ai confini, la Cina guarderà verso Taiwan con lo sguardo dello squalo, e forse agirà, mentre l’USA farà una figura ridicola, quello che si merita, a livello internazionale. E noi povera Europa, pagheremo anni di crisi economica e sociale.

Se la legge non ammette ignoranza, la storia non ammette incoscienza.

LA PERCEZIONE DELLA REALTA’ MANIPOLATA DAI MEDIA

Pubblicato da vincenzodimaio

Estremorientalista ermeneutico. Epistemologo Confuciano. Dottore in Scienze Diplomatiche e Internazionali. Consulente allo sviluppo locale. Sociologo onirico. Geometra dei sogni. Grafico assiale. Pittore musicale. Aspirante giornalista. Acrobata squilibrato. Sentierista del vuoto. Ascoltantista silenziatore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: