Prima Roma: Mito e Sacra Religio

Una videoconferenza di Mercoledì 19 Ottobre, ore 21.15, in diretta streaming sui canali Facebook e Youtube del sito web Pagine Filosofali, di Luca Valentini, per la rubrica “Incontri d’Autore” dialoga con – Valentina Ferranti – Giacomo Maria Prati – Rainaldo Graziani co-autori e prefattore dell’opera “Prima Roma – Le origini alla luce del mito” (Edizioni XPublishing). Coordina gli interventi Rosanna Lia.

Roma nasce Impero, fin dall’inizio. Romolo, figlio di Marte, è fondatore sia dell’Urbe che dell’Impero. “Urbe”, cioè Città del Fuoco. Roma nasce Città-Stato imperiale, ma differente da ogni altra Acropoli etrusca, italica o le centinaia che popolavano allora l’Italia antica. Conferma simbolico-spirituale di questa misteriosa unicità e singolarità della Città Eterna è appunto il racconto di sette oggetti sacri che la Roma arcaica ha custodito per secoli gelosamente e che manifestano il suo carisma imperiale originario. Questo saggio è un canto alle origini misteriose di Roma, alla sua storia più arcaica, una ricerca che mette insieme la nebulose informazioni degli autori classici presentando innovative quanto affascinanti ipotesi.

Prima Roma: Mito e Sacra Religio
Prima Roma: Mito e Sacra Religio
Prima Roma: Mito e Sacra Religio

Pubblicato da vincenzodimaio

Estremorientalista ermeneutico. Epistemologo Confuciano. Dottore in Scienze Diplomatiche e Internazionali. Consulente allo sviluppo locale. Sociologo onirico. Geometra dei sogni. Grafico assiale. Pittore musicale. Aspirante giornalista. Acrobata squilibrato. Sentierista del vuoto. Ascoltantista silenziatore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: