IL KATECHON

di Vincenzo Di Maio

Il katechon è un inviato del Cielo che a seconda dell’epoca storica e del contesto geografico esprime un’identità antropologica che si riferisce sempre ad una visione legata alla Tradizione Primordiale o in generale a una qualsiasi tradizione di cui porta bandiera rifacendosi come portatore di virtù celesti e primordiali che devono contenere l’identità di un deviante controtradizionale, presentandosi di volta in volta nella storia come aggiustamento strutturale realizzato come atto creativo, delle concezioni vigenti deviate da un solco storico che vengono letteralmente “rettificate” fissando nomi attraverso parole, ovvero simboli suoni e significati che riportano ad un antico ordine tradizionale che soppianta la deviazione procedurale in corso d’opera.

Come afferma Carl Schmitt nel suo diario del 1947, “per ogni epoca degli ultimi 1948 anni si deve poter nominare un katechon. Il posto non fu mai vacante, altrimenti non esisteremmo più. […] Ci sono depositari temporanei, transitori e frammentati di questo compito. Sono sicuro che non appena il concetto sarà sufficientemente chiarito potremo allora addirittura metterci d’accordo sui molti nomi concreti e fino ai nostri giorni”.

IL KATECHON

Pubblicato da vincenzodimaio

Estremorientalista ermeneutico. Epistemologo Confuciano. Dottore in Scienze Diplomatiche e Internazionali. Consulente allo sviluppo locale. Sociologo onirico. Geometra dei sogni. Grafico assiale. Pittore musicale. Aspirante giornalista. Acrobata squilibrato. Sentierista del vuoto. Ascoltantista silenziatore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: