Trump rompe con l’Organizzazione Mondiale della Sanità

di Jonathan Ernst

Dopo polemiche e minacce e l’accusa di essere filo-cinese, alla fine il presidente Trump ha dichiarato che gli Stati Uniti cessano i rapporti con l’Organizzazione Mondiale della Sanità: “dobbiamo avere risposte”.

Nel corso di questi mesi di pandemia dopo aver accusato da una parte la Cina di non aver fatto nulla per fermare la diffusione del coronavirus e dall’altra l’Oms di non aver fatto pagare il conto a Pechino per la gestione sanitaria, Trump ha annunciato oggi che gli Stati Uniti rompono i rapporti con l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

“Dal momento che non sono riusciti a realizzare le riforme richieste e fortemente necessarie, oggi termineremo le nostre relazioni con l’Organizzazione Mondiale della Sanità e reindirizzeremo questi fondi ad altri in tutto il mondo soddisfacendo i bisogni sanitarie globali urgenti”, ha dichiarato Trump nei commenti fuori dalla Casa Bianca.
Gli Stati Uniti sono il principale elargitore di finanziamenti dell’Oms, fornendo all’agenzia sanitaria delle Nazioni Unite tra i 212 e 513 milioni di dollari all’anno; lo scorso anno Washington ha trasferito all’Organizzazione Mondiale della Sanità 453 milioni $, secondo i funzionari dell’amministrazione americana.

Trump aveva annunciato lo scorso 14 aprile che la sua amministrazione avrebbe congelato i finanziamenti all’Oms fino a quando non sarebbe stata condotta un’indagine sulla gestione dell’epidemia Covid-19 nella città cinese di Wuhan all’inizio di quest’anno, anche se in seguito è emerso che gli Stati Uniti avevano già trattenuto i trasferimenti all’Oms prima della decisione di Trump.

“Avrebbero potuto chiamarla molto prima, avrebbero saputo, e avrebbero dovuto saperlo, e probabilmente non lo sapevano”, ha detto Trump all’inizio di aprile sull’Oms. “Si sono sbagliati su molte cose… sembrano essere focalizzati sulla Cina… esamineremo questo.”
Il presidente ha sostenuto che “la Cina ha insabbiato i fatti sul virus a Wuhan ed ha permesso alla malattia di diffondersi in tutto il mondo, provocando una pandemia globale che è costata più di 100mila vite americane”.

“La Cina ha il controllo totale sull’Organizzazione Mondiale della Sanità nonostante versi solo 40 milioni $ all’anno”, ha affermato Trump. “Il mondo ha bisogno di risposte dalla Cina sul virus. Serve trasparenza.”
Il vice direttore generale generale dell’Oms Stewart Simonson ha dichiarato all’inizio di questa settimana che l’uscita degli Stati Uniti dall’agenzia è “inimmaginabile”.

“Non riesco a immaginare una situazione in cui gli Stati Uniti non si troverebbero nell’Oms”, ha detto alla CNN, osservando che l’America ricopre un ruolo da leader nella sicurezza sanitaria dal 1902. Il funzionario dell’Oms ha inoltre respinto l’accusa di favoritismo da parte dell’agenzia nei confronti della Cina.

Liberamente tratto da sputniknews.com

Donald Trump

Pubblicato da vincenzodimaio

Estremorientalista ermeneutico. Epistemologo Confuciano. Dottore in Scienze Diplomatiche e Internazionali. Consulente allo sviluppo locale. Sociologo onirico. Geometra dei sogni. Grafico assiale. Pittore musicale. Aspirante giornalista. Acrobata squilibrato. Sentierista del vuoto. Ascoltantista silenziatore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: