I LIMITI DI ALEXANDER DUGIN

di Vincenzo Di Maio

Alexander Dugin è un filosofo e come tale va considerato, poiché non è né un tecnico della politica è né uno stratega.

Le sue teorie sono molto relative e accentrano la visione planetaria al ruolo della Terza Roma dimenticando che la Quarta Roma è in realtà Berlino e che vige come asse con la nostra Roma primigenia nei confronti di una vocazione naturale europea compresa tra il mare del nord e il mediterraneo che va da Lisbona a Varsavia intersecando la linea che va da Oslo e Bisanzio.

La definizione dell’Imperium come valore universale va accettata in qualità di valore fondamentale della Tradizione Primordiale, un valore che va di pari passo con l’importante concezione del Pantheon Imperialis, una visione non-laica del mondo, un imperium che diventa universale ma a condizione che rispetti la visione delle cinque aree regionali del continente eurasiatico, cinque cardini continentali che, secondo la visione del Primordialismo Visionario, hanno il dovere di nominare 5 coordinatori continentali degli affari interni al continente in un ottica di autarchia relativa delle nazioni e delle rispettive civiltà cardinali.

In questa prospettiva assiale comparata gli altri continenti di America, Africa e Oceania dovrebbero parallelamente prendere esempio dall’Eurasia per convergere verso il quinto continente terrestre del pianeta, verso Antartide, in cui riservare un posto per l’imperatore planetario, il re dei re dall’escatologia profetica delle cinque sacre religioni tradizionali rivelate e autentiche.

Infatti, Alexander Dugin il 9 febbraio 2022 ha affermato sulla sua pagina facebook che “attraverso la rinascita come impero, come impero ortodosso, la Russia sarà l’esempio per altri imperi: cinese, turco, persiano, arabo, indiano, così come latinoamericano, africani…e l’Europeo. Invece del predominio di un unico “impero” globalista del Grande Reset, il risveglio russo dovrebbe essere l’inizio di un’era di molti imperi, che riflettono e incarnano la ricchezza delle culture umane, tradizioni, religioni e sistemi di valori.”

Questa sua posizione politica infatti è un eurasiatismo russocentrico che nega la possibile esistenza di un Impero Planetario, associato erroneamente al processo globale del Grande Reset perseguito dalle orde dell’Atlantismo Satanico Globale, il quale osteggia naturalmente alla venuta del Salvatore Promesso dall’escatologia dei tempi ultimi determinata dalle Cinque Sacre Religioni Tradizionali Rivelate e Autentiche, poiché essi sono pronti a disvelare il loro perverso messia atteso dal giudaismo sionista, l’Anticristo che vuole affermare l’accentramento del potere nell’area artico-atlantica per mezzo di una famigerata unificazione degli stati uniti del nordamerica(USA e Canada) con una futuribile Unione Europea definita come federazione di Stati Uniti d’Europa, una federazione statalista asservita ad una burocrazia funzionale all’alta finanza globale, un progetto di cui si intravedono le linee oggi ma che è una visione già dichiarata nel trattato del patto atlantico della NATO, una visione che non prenderà piede poichè i popoli europei fonderanno una Repubblica Magistrale Europea che rispetterà le differenze etnoculturali delle nazioni, per diventare esempio lampante di una civiltà guida che edificherà l’Imperium Planetarius.

Pertanto Dugin resta un filosofo e come tutti i filosofi contemporanei non ha una visione chiara e netta della realtà totale del nostro pianeta, proprio come del resto le sue teorie sono molto vaghe e non offrono una visione d’insieme chiara e netta.

Saremo noi europei a districare questa matassa ma soltanto trasformando l’unione europea in una Repubblica Magistrale, una repubblica delle repubbliche nazionali sincronizzata a livello politico ed elettorale.

PRIMORDIALISMO VISIONARIO – movimento politico internazionale

I LIMITI DI ALEXANDER DUGIN

Pubblicato da vincenzodimaio

Estremorientalista ermeneutico. Epistemologo Confuciano. Dottore in Scienze Diplomatiche e Internazionali. Consulente allo sviluppo locale. Sociologo onirico. Geometra dei sogni. Grafico assiale. Pittore musicale. Aspirante giornalista. Acrobata squilibrato. Sentierista del vuoto. Ascoltantista silenziatore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: